Alberto Sportoletti, AD e Partner di Sernet SpA, è stato recentemente invitato a partecipare a un incontro organizzato presso il MISE, alla presenza dei responsabili dei desk di attrazione investimenti di ICE-ITA in oltre 15 paesi nel mondo. È stato un importante riconoscimento al lavoro fatto negli anni da Sernet nell’ambito industriale e soprattutto l’occasione per illustrare ad un pubblico altamente qualificato le caratteristiche innovative e incentivanti utilizzate da Sernet nei progetti di reindustrializzazione che gestisce come advisor attualmente, fornendo informazioni utili per intercettare aziende estere in diversi settori al fine di portarle a esaminare una prossima crescita in Italia.

L’Italia rappresenta un Paese di interesse per il suo tessuto economico e culturale e per la qualità delle sue risorse umane, riconosciuta e apprezzata in tutto il mondo. Tuttavia, rispetto ad altri Paesi, l’Italia presenta anche alcuni limiti e complessità che ostacolano gli investimenti. Come già avviene in molti altri Paesi, è infatti necessario stimolare gli investitori esteri interessati ad insediarsi, portando occupazione, attraverso elementi di attrattività e iter burocratici rapidi e trasparenti. Da questo punto di vista i progetti di reindustrializzazione, che presentano normalmente una supplementare dose di incentivi (pubblici e privati) e attenzione particolare della PA locale e nazionale, possono diventare opportunità di attrazione e di attivazione di processi virtuosi e rilancio del territorio.

In tale contesto un ruolo particolarmente importante lo giocano i progetti, già avviati, con task force che coinvolgono vari stakeholders pubblici e privati al fine di fornire informazioni sulle opportunità, assistenza e supporto tecnico agli investitori esteri che si affacciano al mercato italiano.